245. IN CAMMINO – Catechisti Parrocchiali

Papa Francesco, come vi avevo già accennato giorni indietro su questo stesso blog, ha istituito il ministero del “catechista” riservato agli uomini e alle donne impegnati nell’insegnamento della dottrina cristiana.

L’istituzione, in sé – come viene accuratamente spiegato nelle note di presentazione curate dal Vescovo Fisichella – è veramente lodevole soprattutto per qualificare culturalmente gli stessi insegnanti e di conseguenza alzare il livello dell’insegnamento impartito.

I catechisti ovviamente dovranno seguire un corso accademico studiando filosofia, teologia e pedagogia in modo da essere preparati/aggiornati per catechizzare sia i piccoli che i grandi, sia gli incolti che i professori ecc.

Quella del catechista potrebbe anche diventare una professione stabile, perché no, con tanto di placet vescovile sempre per qualificare stavolta ecclesialmente il loro servizio.

Detto questo però si capisce fin troppo bene che questa scelta – ripeto veramente lodevole – è dettata dalla carenza ormai endemica di sacerdoti e diaconi. Quello dell’insegnamento dottrinale, o dell’annuncio se vogliamo usare i termini scritturali, è infatti da sempre uno “specifico” del ministero ordinato (vescovo, prete, diacono). Il delegarlo in forma istituzionale potrebbe, nel futuro, determinare un ulteriore decremento del ministero ordinato. Però, mancando ministri ordinati, è giusto che altri intervengano in modo che nessuno resti privato della Parola di Dio.

Quindi, cari catechisti, forza e avanti! Con la benedizione del Signore naturalmente.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.