PARROCCHIA

DON PIERO 3La chiesa di Sant’Ermete è guidata dal parroco don Piero Malvaldi dal novembre del 1996. La parrocchia, che insiste nella provincia di Lucca, appartiene alla diocesi di Pisa. Si trova nel centro del paese di Forte dei Marmi e fa parte del Vicariato della Versilia, coordinato dallo stesso sacerdote, composto da quattro unità pastorali corrispondenti ai comuni storici del territorio:  Stazzema, Seravezza, Pietrasanta e appunto Forte dei Marmi.

La storia della chiesa e del paese viaggiano praticamente di pari passo. Il territorio, come riportato nell’archivio parrocchiale, era una nuda spiaggia finché Michelangelo Buonarroti, inviato nella zona da papa Leone X nel 1518, vi fece sboccare la strada per il trasporto dei marmi, che l’artista aveva l’incarico di estrarre dalla montagna versiliese, e da cui la cittadina prese il nome.

Il Forte nacque dunque come area di deposito di questo prezioso materiale e con l’andare del tempo, nella stagione estiva, divenne un villaggio balneare. Il fascino ambientale e paesaggistico dell’area ha richiamato fin dalle sue origini letterati, artisti, nobili e, poi, imprenditori che col tempo hanno contribuito allo sviluppo e alla fama del territorio fortemarmino.

Nel 1777 fu costruita una piccola chiesa su iniziativa del granduca di Toscana, Pietro Leopoldo. In conseguenza dell’aumento della popolazione fu però necessario edificare una nuova struttura, quella attuale, a spese del popolo, che venne aperta al culto nel 1870.

CHIESA

Con le fatiche degli abitanti e dei cappellani in carica nel periodo, il complesso si dotò successivamente della casa canonica, del bel campanile e del camposanto.

Pur essendo sotto la giurisdizione ecclesiastica di Querceta, alla chiesa del Forte fu concesso il fonte battesimale (1907) e la possibilità di amministrare il relativo sacramento, venendo incontro così alle esigenze dei fedeli sempre più numerosi e costretti fino a quel momento a raggiungere la parrocchia titolare con grandi difficoltà specialmente nei mesi invernali.

L’impegno della popolazione e dei sacerdoti in servizio al Forte furono premiati con l’elevazione della chiesa a parrocchia il 28 giugno 1911, con decreto del cardinale Pietro Maffi. Due anni e mezzo dopo, il 26 gennaio del 1914, veniva istituito il Comune di Forte dei Marmi.

Interno della parrocchia di Sant'Ermete

La parrocchia di Sant’Ermete si caratterizza per la presenza di numerosi elementi di valore, tra cui citiamo ad esempio la cappella del fonte battesimale e quella della Madonna Addolorata, patrona del paese insieme al santo martire; il pulpito in marmo, numerose statue di santi all’interno della chiesa e all’esterno quella che raffigura papa san Giovanni Paolo II.

Di rilievo poi l’imponente organo voluto dalla comunità nell’occasione del giubileo dell’anno 2000, un impianto  di primo livello che consente di realizzare eventi musicali di richiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.