61. IN CAMMINO – Valè…

Questa mattina, uscendo con la canina, ho avuto la bella sorpresa di vedere di nuovo aperta la pizzeria di Valè notissima per le sue focaccine salate.

Sono stato felice perché si sentiva in paese la necessità di un punto di riferimento soprattutto per i nostri adolescenti abituati da sempre a fare sosta davanti al negozio.

Mi ha spiegato che la pizzeria è stata rilevata da una famiglia di Langhirano, persone serie che amano come noi il paese, e quindi spero proprio che abbiano fortuna.

È chiaro che il momento, purtroppo, non è dei migliori ma prima o poi passerà e quindi potranno avere anche loro le soddisfazioni dei precedenti proprietari.

Dopo aver fatto colazione mi hanno voluto offrire in dono delle focaccine che ho “girato” agli amici del gruppo “C” che stavano provvedendo, tutti sudati, alla sanificazione delle chiesa. Ho visto che anche loro sono rimasti contenti della riapertura. Vuol dire che il paese torna ad avere fiducia.

Coraggio e avanti! Naturalmente con l’aiuto di Dio.

60. IN CAMMINO – Libano

Appena ho appreso dalla televisione della terribile esplosione che si è verificata a Beiruth in Libano ho pensato subito a Padre Damiano, il mio carissimo ex-alunno, parroco a Darfour.

Ho provato a contattarlo ma non ci sono ancora riuscito. Darfour è in altra zona rispetto a Beiruth ma è sempre in Libano e quindi mi immagino i problemi che dovranno incontrare ora che – sempre stando alle notizie della televisione – è andato perduto per l’esplosione l’intero comparto/deposito del grano necessario alle esigenze della popolazione.

Già erano poveri. Ora con questa disgrazia saranno letteralmente alla fame!

Per di più l’esplosione si è verificata proprio nel quartiere cristiano della città. Sono stati distrutte insieme alle abitazioni anche le chiese e tutto il resto. Davvero una cosa terribile.

Cosa si potrebbe fare per loro, almeno in questo momento, non lo so. Prima voglio ascoltare Damiano e poi vi farò sapere.

Anzi farò di più. Metterò sul blog parrocchiale l’indirizzo di posta elettronica di Padre Damiano in modo che possiate avere anche voi un contatto diretto.

Lui pubblica mensilmente (o quasi) una sorta di bollettino parrocchiale che invia ai suoi parrocchiani e anche agli amici in Italia. Penso che per voi potrebbe essere stimolante avere un contatto con lui e con i suoi parrocchiani.

Poi vi farò sapere. Intanto preghiamo per le vittime e i feriti.  dP

59. IN CAMMINO – pulcini

Non immaginavo che ci fosse tanto interesse per la covata dei pulcini di cui avevo fatto cenno ieri.

Intanto tutti a chiedermi notizie biografiche circa Cleopatra, la gallina. L’unica cosa che posso riferire, dopo aver ascoltato Roberto l’uccellaio, è che si tratta di una femminuccia assai brava con pochi grilli per la testa, attenta alla famiglia ecc.

Il gallo, come spesso succede, pare se ne sia andato per i fatti propri ma l’assenza non ha pesato più di tanto…

I pulcini sono, come avevo già scritto, sette piccole affamatissime bestiole che si nascondono nel variopinto piumaggio della mamma salvo poi spuntare fuori a becchicchiare tutto quello che trovano.

Hanno tutti un buon carattere per fortuna. Perché tenerli tutti a bada non deve essere semplice ma, al momento, non ci sono problemi.

Gli altri animali della fattoria li hanno presi in simpatia – fa anche rima – e li coccolano con lo sguardo.

Bene. Spero proprio di essere stato esauriente. Ora faccio come i pulcini. Vado a nanna perché sono stanco. A domani.

58. IN CAMMINO – Rivista d’estate 2

È andata esaurita in poche ore. Pensare a una ristampa è impossibile però vedrò di studiare qualche soluzione in modo che almeno il santino possa essere disponibile per tutti.

Il motivo è stata la consistente presenza di persone a tutte le Messe della giornata: chi è venuto per il precetto festivo, chi per il Perdono francescano, chi per suffragare i defunti per il Covid.

Noi sacerdoti abbiamo “lavorato” a pieno ritmo anche se, per quanto riguarda la confessione dei fedeli, ci siamo trovati in difficoltà a smaltire la fila dei fedeli.

Abbiamo raccolto anche molte offerte che devolveremo a cominciare da questo mese alle famiglie in difficoltà. Una signora “rom” mi ha assalito con male parole perché non le abbiamo dato soldi. Io, come sapete, non mando indietro nessuno ma in quel momento non avevo niente in tasca ed ero letteralmente sfatto dalla fatica. Ho cercato di spiegarle ma non c’è stato niente da fare… Avrei voluto ricordarle quanto abbiamo fatto per loro nei mesi della pandemia ma non mi è stato possibile. Il problema è che non si accontentano di generi alimentari ma reclamano soldi e questo non sempre è possibile.

Passando ad altro argomento vi comunico ufficialmente che  sono nati i pulcini di Cleopatra, la gallina padovana accolta amorevolmente nel convent0 francescano di Pietrasanta. Trattasi di sette simpaticissime bestiole che hanno portato tanta gioia nel convento e non solo… Le foto sono disponibili sui social. Basta farne richiesta a don Edoardo o al sottoscritto.