10. IN CAMMINO “suffragio”

Ieri, ultimo giorno del mese di Maggio, ci siamo trovati nella piazza antistante il comune per la Celebrazione in memoria e in suffragio dei defunti colpiti dal Corona virus e degli altri morti del periodo della quarantena.

Sono rimasto molto soddisfatto di come si è svolto il tutto. Mi ero ritagliato il ruolo di organizzatore e ho fatto bene perché sono riuscito a affidare gli spazi e i tempi in modo che non ci fossero sbavature.

Le poche parole che ho detto all’inizio della celebrazione hanno colpito nel segno: l’esposizione assolutamente straordinaria della Madonna addolorata (mai uscita in precedenza dalla chiesa in forma privata se non in una occasione intorno agli anni 1920 quando il mare in tempesta minacciava la vita di alcuni marinai) ha fatto poi il resto: c’è stato il doveroso suffragio per i defunti e l’altrettanto doveroso incoraggiamento per i rimasti! In molti hanno pianto o quanto meno si sono commossi: io fra questi e non me ne vergogno!

A questo punto il doveroso ringraziamento. All’Amministrazione che ha voluto questo momento di memoria e di suffragio e in particolare al Sindaco per le belle parole che ha detto (pure lui commosso). E poi a tutti coloro che hanno collaborato: Padre Francesco Maria, le signore Tucci e Seveso, Madre Giussani, i musicisti Katia e Gabriele, Renato e gli amici della “Marinara”, gli amici della Caranna, Lorenzo e tanti altri collaboratori che, insieme ai dipendenti comunali, hanno reso possibile la celebrazione.

Speriamo, come ha detto il Sindaco, che il paese torni a fiorire di bimbi e di famiglie per un meritato momento di riposo che permetta ai nostri uomini/donne di poter lavorare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.