207. IN CAMMINO – fascia rossa

È stato un fine settimana molto bello e coinvolgente per la nostra comunità.

I piccoli di terza elementare hanno concluso il corso catechistico con la prima Confessione: sono stati bravissimi al punto da meritarsi un bell’applauso dai numerosi genitori presenti. Ci sono state anche le tradizionali fotp di rito, il dono pasquale ecc. Insomma tutto bene!

Ho avvisato al contempo i genitori che avevano scelto di curare personalmente la preparazione che sarò disponibile sia di persona che tramite mail a risolvere ogni loro possibile problema in vista della confessione dei loro bambini in modo che non siano penalizzati rispetto a coloro che invece hanno seguito il corso con me o con le catechiste o con Madre Anna Maria.

Anche i ragazzi della prima Comunione sono stati bravi: hanno seguito con profitto le nostre lezioni (tutti insieme, in chiesa con le maestre a vegliare come mamme su di loro) e hanno dato prova delle loro conoscenze nell’interrogazione pubblica fatta sempre in chiesa davanti ai genitori. Genitori che sono stati anche loro bravi accompagnando i ragazzi alla Messa durante la settimana in modo da darmi la possibilità di aggiungere ulteriori dettagli esplicativi gruppo per gruppo. Per questi ultimi ci saranno adesso (visto che siamo in fascia rossa) delle lezioni speciali con scritti e brevi filmati durante tutta la prossima settimana!

Le celebrazioni di Sabato e Domenica hanno visto la presenza di numerosi fedeli, tutti attenti e devoti. Le ampolla dell’acqua santa sono state dispensate nel modo consueto come pure le riviste: non ci sono stati  assembramenti e nemmeno accaparramenti, per fortuna.

Adesso però entriamo in fascia rossa e quindi ci sarà qualche problemino in più. Per accedere alla chiesa non ci saranno problemi ma sarà bene che vi portiate sempre dietro l’autocertificazione.

Io sto aspettando d’essere convocato per il vaccino ma mi dicono che dovrò attendere ancora per il mio turno.  I vescovi ci chiedono di rispettare il nostro turno (in base all’età) non essendo prevista una corsia preferenziale per noi sacerdoti nonostante siamo a disposizione tutti i giorni del pubblico.

Al riguardo rassicuro i tanti anziani/ammalati che se anche non mi vedono non mi sono dimenticato di loro. L’augurio pasquale lo lascerò al cancello di casa, senza entrare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.