375. IN CAMMINO – Ci siamo… quasi!

Eh sì! La data fatidica si avvicina. Domenica 28 saranno ben venticinque anni dal mio ingresso a Forte dei Marmi come Parroco. I pensieri mi si stanno affollando nella mente come non mai.

Il curioso è che se dimentico di quanto accaduto oggi ricordo invece benissimo quando successo allora… la nomina, la conoscenza del paese, il Priore, la Valentina e tante altre carissime persone che allora mi accolsero con gioia.

Ieri sera ho esposto il dono dei piccoli: un quadro raffigurante una grande barca con tanti bimbi a bordo e il sottoscritto sul pennone a indicare la rotta.

Ho esposto anche quello dei grandi: un bullone della mancina impiantato su un cubetto di marmo bianco. Ricordo che proprio non riuscii a capire cosa fosse e per quale motivo tutti stessero a guardarlo con ammirazione. Solo dopo un po’ di tempo riuscii a capire che mi avevano fatto davvero un bel dono tagliando col seghetto quel reperto storico.

Alla fine della Messa mi si avvicinò Paolo con un quadro di Padre Pio. Allora non avevo molta devozione nei confronti del Padre (mi spiace dirlo ma è così) però avvertii qualcosa nell’animo che mi spingeva a onorarlo quasi fosse un grande Santo. Oggi lo è perché è stato proclamato tale dalla chiesa ma allora non lo era e averne ospitato in chiesa una raffiguirazione pittorica era un abuso.

E poi, e poi sono davvero tanti i ricordi, tutti molto piacevoli come il rinfresco signorile nella palestra delle suore agghindata a festa.

Basta così. Sto diventando anziano e tendo a commuovermi facilmente.

Domani provo ad aggiungere qualcosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.