809. IN CAMMINO – Sant’ERMETE

Un sant’Ermete in formato ridotto quest’anno soprattutto orfano della fiera e della presenza massiccia degli avventori.

Che Sant’Ermete sia rimasto male per il fatto che negli articoli dei giornali si leggeva di tutto ma non della Messa solenne? Al punto che sono stato costretto a fare un comunicato stampa – all’ultimo momento – per fare presente che la festa comprendeva anche la Messa patronale…?

Non credo che il nostro Patrono sia vendicativo ma certo una maggiore attenzione al risvolto religioso della festa poteva esserci.

Il corteo storico-religioso era andato benissimo anche se i figuranti sono rimasti a bocca asciutta dato che la cucina della scuola era inagibile… Fra i figuranti ammiratissimi i piccoli tamburini della LUCERTOLA (spero di non aver sbagliato anche stavolta). Omaggiato anche il Vescovo e le Autorità presenti insieme a tutti i collaboratori, Renato Binelli in primis.

Ieri sera c’è stata la Benedizione del paese e una mini-focata: il Sindaco ha spiegato i motivi per i quali, d’intesa con le altre Autorità, ha deciso di annullare la Fiera e non v’è stata alcuna contestazione dato che le previsioni erano davvero pessime paventando addirittura un ciclone…

Ovviamente non c’era il solito clima festoso degli anni passati ma la filarmonica c’era e così le Autorità, al completo, e un buon numero di fedeli come potete vedere dalle fotografie.

Dunque stamattina abbiamo iniziato con la prima Messa presenti, all’inizio, una cinquantina di fedeli. La mattinata, bellissima, è stata interrotta a un certo punto da un mezzo diluvio… pochi momenti e i numero dei fedeli è cresciuto notevolmente: da cinquanta siamo diventati almeno … cento ma non credo che sia dipeso dalla devozione…

I presenti sono stati esemplari: abbiamo pregato intensamente sperando in un miglioramento del tempo. Poi ognuno a casa propria col “BISCOTTONE” di SANT’ERMETE – un’idea geniale questa – e la lettera dell’Arcivescovo in borsa.

Ci siamo salutati e scambiati gli auguri cordialmente – grazie alla signora RITA, gentilissima – dandoci appuntamento per il pomeriggio, per la Messa solenne.

Adesso, scritta questa nota, me ne torno in chiesa a disposizione di coloro che vorranno fare una parola o ricevere la benedizione personale.

Buon Sant’Ermete!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.