837. IN CAMMINO – Sono tornati…

… da Lourdes, felici e contenti e mi hanno già chiesto se e quando si farà il pellegrinaggio a San Giovanni Rotondo.

Nel vederli felici sono rimasto anch’io felice. Soprattutto per don Yudas che ha avuto per la prima volta di affacciarsi alla realtà del mondo degli ammalati e dei volontari oltre che dei veri devoti della Madonna… capaci di sopportare lunghe ore di pullman pur di poter fermarsi alcune ore davanti alla grotta!

Alla loro domanda ho risposto positivamente anche se, non ve lo nascondo, dovremo adesso leccarci un pochino le ferite… ossia saldare alcuni debitucci contratti per imprevisti logistici sempre legati al pellegrinaggio.

Passando ad altro argomento voglio comunicarvi un pensiero di un mio amico di colazione al bar…

Comkmentando alcunmi articoli di giornale si parlava del rapporto fra la ragione e l’ideologia: la prima permette di valutare e giudicare realtà, persone, idee, religione, notizie… con imparzialità, pronti quindi anche a rinoscerci in errore.

La seconda purtroppo “vela” nel senso che stende un velo ideologico anche su ciò che è indiscutibile. Mi portava un esempio molto interessante.

Andando in un negozio per una spesa importante (350 €) aveva chiesto uno sconto. Il/la titolare (non mi ha detto quale fosse il negozio), irremovibile, glielo aveva rifiutato. Tornato dopo una settimana stavolta per una spesa più contenuta (160 €) aveva ironicamente buttato lì: “Vanno bene 180 € ?” quindi venti Euro in più! Bene, il/la titolare aveva risposto nello stesso modo non accorgendosi della battuta: “La prego di non insistere: come le ho già detto la scorsa settimana in questo negozio non si praticano sconti!”

L’amico mi diceva che con certe persone è inutile discutere perché hanno un loro modo di pensare (ideologico) che impedisce qualsiasi confronto su base razionale. E purtroppo è vero!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.