Catechismo prima comunione 16

La lezione odierna, IMPORTANTISSIMA, è dedicata ai GENITORI.  Cari genitori, le due date di Maggio a suo tempo prescelte per la Prima Comunione dei vostri ragazzi, per motivi sanitari, “saltano”. Non sono consentite, IN ALCUN MODO, celebrazioni di gruppo. Non voglio, però, che questo brutto contrattempo impedisca ai vostri figli di incontrare Gesù! E allora cosa fare?

Ho sotto gli occhi un piccolo quaderno d’archivio. È una delle mie passioni “spulciare” fra i libri antichi. Dunque sfogliando fra le pagine del quaderno 1943 – 1945 ho trovato quanto segue.

30 Novembre 1943 – Primo bombardamento in zona: oltre 150 bombe sganciate in zona “centoquindici”.

14 Febbraio 1944 – Proibizione degli spostamenti anche in bicicletta.

14 Marzo 1944 – Coprifuoco dalle 19.00 alle 6.00 del giorno seguente

15 Marzo 1944 – Interrotto il funerale di N.N. per un mitragliamento a bassa quota. Fuggiti tutti, anche il vetturino. Sono rimasto solo a guidare il cavallo fino al cimitero.

27 Maggio 1944 – Bombardamento a due riprese alla stazione di Querceta. Morti e feriti.

6 Giugno 1944 – Squadriglia di aerei in formazione. Bombardamento e mitragliamento. Morti e feriti.

16 Giugno 1944 – Bombardamento a tappeto. Molti morti. Ho raccolto i pochi resti della cara … in una piccola cassetta di legno.

Potrei continuare ma si va nel tragico e non vorrei che qualcuno avvertisse troppo dolore. Penso sia sufficiente quanto ho scritti finora. EPPURE ANCHE IN QUELL’ANNO così terribile i bambini fecero la loro COMUNIONE.

CHI INSEGNÒ ai piccoli il catechismo ? CHI LI PREPARÒ ? Le MAMME e LE NONNE! Gli uomini non potevano farsi vedere troppo in giro perché li ammazzavano sul posto.

E COSÌ i bimbi riuscirono a fare la loro prima Comunione. UNO PER UNO, alla Messa delle 8.00, in chiesa (finché una cannonata sfasciò una parte della chiesa) e poi dalle Suore e in pineta nella cappella di Via Fiume. I bimbi di allora, oggi anziani, ne mantengono un ricordo indelebile anche se non ci furono fotografie e la festa durò il tempo di prendere il caffélatte con qualche biscotto!

Oggi non siamo in guerra ma quasi. Quindi penso che sia necessario fare come allora. I ragazzi frequentano il catechismo da TRE anni, vengono alla Messa come chierichetti da DUE anni. Penso quindi che, fra quello che io, le suore e le maestre, abbiamo e continuiamo a insegnare TUTTI I GIORNI anche in questi due ultimi mesi – SE VOI CI AIUTATE -, dovrebbero essere pronti a fare la loro Comunione.

Come allora: UNO – DUE per giorno, nei mesi di GIUGNO, LUGLIO e AGOSTO, alla Messa delle 8.00. NON VEDO ALTRE SOLUZIONI, sperando che non ci siano ulteriori brutte novità.

P.S. Per gli abitini bianchi vedremo il da farsi. Ho già avvisato la sarta che le due date di Maggio sono saltate e che la chiamerò, sentite le mamme, appena passato il momentaccio.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.