165. IN CAMMINO – don Danilo

Ieri mattina, passando davanti all’ospedale, ho visto una TIPO parcheggiata a lato dell’Aurelia. Non avrei neppure lontanamente immaginato che era la macchina di don Danilo e che lì si era consumata la tragedia improvvisa della sua morte.

Lunedì aveva celebrato il 50° di matrimonio della Oriella: la Simona aveva scattato le foto degli sposi insieme con lui all’altare… era molto sereno. Veramente la Anna mi aveva detto, prima della Messa, che gli sembrava molto affaticato ma non avevo dato peso al discorso.

Poi, ieri, la telefonata del Sindaco di Pietrasanta e subito dopo quella dell’Arcivescovo che mi pregava di informarmi. Le telefonate per sapere qualcosa e infine la conferma che don Danilo era improvvisamente mancato per un infarto fulminante. A quel punto è toccato a me avvisare la domestica e poi la cognata e il nipote. Lì per lì non ho avvertito dolore per l’accaduto. Quando ci sono decisioni urgenti da prendere resto freddo ma poi, dopo aver disposto per il funerale, la chiesa, gli abiti ecc. mi è entrato un profondo senso di sofferenza perché ormai don Danilo faceva parte del nostro “gruppo”.

Aveva iniziato a frequentare giornalmente la nostra chiesa dal Febbraio 2017 per concelebrare con me. Facevamo a turno per la presidenza: una settimana io e l’altra lui. Eravamo quindi in grande sintonia. I parrocchiani sapevano della sua diponibilità quotidiana per la confessione e il colloquio ed erano contenti.

Era molto felice di poter venire a celebrare ogni giorno: prima il Rosario poi la Messa dopo qualche chiacchierata amichevole con me e con i presenti e poi l’arrivederci per il giorno dopo.

Mi sento in dovere di ringraziarlo per le sostituzioni nell’occasione dei vari pellegrinaggi parrocchiali. Sempre presente e disponibile!

Adesso mi sento un po’ più solo ma è il destino di noi sacerdoti. Quindi, coraggio e avanti, come diceva lui: restiamo preti fino all’ultimo giorno di vita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.