184. IN CAMMINO – Benedizione

È iniziata la benedizione delle famiglie. Domenica scorsa un buon numero di fedeli si sono presentati per ricevere la confezione con il santino della Madonna e l’ampolla con l’acqua santa. Penso che altri verranno nelle prossime Domeniche fino a Pasqua.

Io naturalmente sarò a disposizione per coloro -anziani, malati, persone sole- che vorranno accogliermi a casa.

A proposito di queste categorie sopra indicate, come già vi avevo scritto, avrei bisogno dell’invito. Al momento sono andato da cinque ammalati ma, devo essere sincero, mi sono autoinvitato visto che li conoscevo benissimo. Però sono consapevole che le regole, soprattutto quelle sanitarie, sono stringenti e valgono per tutti, preti compresi. Vi chiedo quindi di aiutarmi e di passare parola.

Quanto alla preghiera di benedizione -molti me la stanno chiedendo- la riporto qui di seguito e poi anche sul bollettino parrocchiale. Avrei dovuto già farlo ma l’ho dimenticato. Vi prego di scusarmi.

PREGHIERA

da recitarsi nell’occasione della della Benedizione della famiglia.

La mamma consegna la preghiera al bimbo di casa che legge:

“O Signore, tu che al tempo di Mosè hai protetto il tuo popolo dal “Nemico” con il miracolo dell’acqua del Mare Rosso e lo hai dissetato con l’acqua della roccia nel lungo viaggio per il deserto, proteggi oggi la nostra famiglia dal “Nemico” e dissetaci con i tuoi Sacramenti. Per Cristo nostro Signore.”

Sempre la madre di famiglia apre l’ampolla dell’acqua e segna sulla fronte i suoi cari. Poi depone l’ampolla in un posto decoroso della casa insieme con l’immagine della Madonna a disposizione di tutta la famiglia per i momenti di difficoltà, di malattia, di nervoso ecc.

Intona quindi la preghiera alla Madonna (Ave Maria) e abbraccia e bacia i propri cari.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.