812. IN CAMMINO – fretta e furia

Vado di fretta perché ho appena concluso il funerale (16.30) e già sono presenti i nonni del bimbo che devo battezzare alle 17.00.

Intanto nella chiesa di Roma Imperiale fervono i preparativi per il matrimonio che ci sarà alle 18.30.

La fretta però è cattiva consigliera e così devo rimediare ad alcuni errori determinati dalla stessa … fretta. Tutto questo mi ha reso alquanto … furioso e questo è il motivo per cui ho scelto il titolo di cui sopra per la nota corrente.

Dovrei starmene più quieto ma non ci riesco: ho sempre paura di dimenticare qualcosa e quindi di dispiacere a qualcuno…

Per di più alcuni miei familiari non mi capiscono.

Non mi riferisco ai familiari “umani” bensì a quelli animali e precisamente alla mia Lola.

Vorrebbe sempre le coccole ma quando c’è furia non è possibile. E così, per richiamare l’attenzione, mordicchia i sandali o si aggrappa ai pantaloni e se mi succede di darle un urlo mi tiene il broncio come avessi fatto chissà cosa.

Ho provato a spiegarle che fra battesimo, funerale e matrimonio non avevo tempo per lei e così si è ritirata nella sua cuccia senza più degnarmi di uno sguardo.

Vedrò di rimediare per cena con un surplus di crocchette. Dopo cena poi la porterò anche a passeggio pdr vedere di fare la pace.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.