879. IN CAMMINO – Santa Lucia

Oggi, festa di Santa Lucia, patrona di coloro che hanno affezioni agli occhi esporrò il quadro raffigurante la Santa e la Reliquia raccolta dell’artistico reliquiario dono della fam. Binelli.

Quadro e reliquia resteranno esposte fino a Domenica perché da sempre in paese c’è una grande venerazione per questa santa. Penso di averne già scritto il motivo in altre occasioni ma mi ripeto volentieri.

Tutto è nato ai tempi di don Sabucco il mio venerato predecessore. Esule da Fiume, si trattenne per uno/due anni a San Benedetto a Settimo, nel Piano di Pisa, per curare la mente e il corpo – era terribilmente depresso perché affètto da una grave patologia agli occhi causata dalle torture subite – dove scoprì la bella tradizione della festa di Santa Lucia.

Così, promosso parroco, decise di impiantarla anche al Forte e ci riuscì grazie alla collaborazione dei fedeli di allora.

Per il quadro venne scelta come modella la carissima Paola, oggi defunta ma allora adolescente, e per la Reliquia ne venne individuata una, raccolta in un vetusto reliquiario.

E così la festa, anzi i giorni di festa, ebbero inizio anche al Forte: dal giorno in cui cade la festa liturgica e fino alla Domenica successiva.

Cosa che continuiamo a fare anche se, mutati i tempi, non c’è più la presenza di un tempo. Colgo quindi l’occasione per chiedervi di PASSARE PAROLA PER DOMENICA PROSSIMA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.