Catechesi ai nubendi 12

Letti gli articoli gli sposi si scambiano un bacio e poi, volti verso i presenti, ricevono il dovuto omaggio dell’assemblea che applaude.

Vengono allora proposte le preghiere per gli sposi secondo il formulario liturgico. Sono preghiere essenziali ma precise e pertinenti.

La prima richiama le nozze di Cana a ricordare a gli sposi e ai presenti la benevolenza di Gesù nei confronti degli sposi.

La seconda chiede per gli sposi la salute del corpo e la salvezza dell’anima.

La terza invocazione riguarda la fecondità del loro amore: che abbiano bambini sani e buoni.

Queste sono le più importanti. Ne seguono altre (facoltative) che riguardano i genitori degli sposi, i testimoni, gli altri giovani presenti inclusi quelli che non si decidono a sposarsi. C’è un momento di silenzio per ricordare i defunti ecc .

Il problema nasce a questo punto perché da tempo è invalsa la moda di salire all’altare per aggiungere altre preghiere che il più delle volte non hanno né capo né coda, come si suol dire: sono prive di significato e di senso.

Fra un singhiozzo e l’altro si ricordano i tempi dei campeggi estivi o le gite scolastiche del Liceo o i cari animaletti che ci fanno compagnia, le maestre delle elementari… In questi anni ne ho ascoltate davvero di curiose.

Sarebbe opportuno quindi che i lettori facessero dare al prete un’occhiata preliminare a quanto desiderano leggere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.